LOGO200

oggi è
SegolainRoyale

Questo il titolo del comunicato emesso dal Ministro Francese e qui sotto il testo che ci interessa:

Moratoire sur les permis d’hydrocarbures en Méditerranée : Compte tenu des conséquences dramatiques susceptibles d’affecter l’ensemble de la Méditerranée en cas d’accident de forage pétrolier, Ségolène Royal décide d’appliquer un moratoire immédiat sur la recherche d’hydrocarbure en Méditerranée, à la fois dans les eaux territoriales de la France et dans la zone économique exclusive (plateau continental). Elle demandera l’extension de ce moratoire à l’ensemble de la Méditerranée dans le cadre de la convention de Barcelone sur la protection du milieu marin et du littoral méditerranéen. Immediatamente escono articoli di alcuni giornali Italiani, primo fra tutti Il Manifesto, che in rete impazza. E via riparte il solito ritornello, ecco, la Francia blocca la ricerca e noi invece..... Ma noi che? La Royale sta bloccando nuove ricerche nelle acque territoriali, ovvero entro le 12 miglia. Cioè proprio quello che il nostro governo ha fatto con il Decreto Sviluppo, nel Dicembre 2015, ma non solo la nostra vituperata ex Ministra Guidi si è allargata anche ad annullare 27 autorizzazioni già in essere. Cioè, se nel quesito non si può parlare di trivelle, perché il quesito di trivelle non ne parla, è perché il referendum riguarda solo pompe e non trivelle. Coraggio, mancano ancora pochi giorni e forse potremo occuparci di cose più serie.

acchiappabufale

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 257 visitatori e nessun utente online

Menu