LOGO200

oggi è
485882_295245503914517_1443181717_nE' chiaro che le dichiarazioni di D'Alema su Renzi sono frutto di un rosicamento di proporzioni cosmiche. Se vi ricordate anche lui avrebbe voluto riformare la Costituzione, ma si fece fregare da Berlusconi. Molte altre cose che sta facendo Renzi le avrebbe volute fare lui. Ci fa sorridere quando "baffino" afferma che gli attuali capi del PD sono arroganti, se arroganza è simbolo e sintomo di determinaz1one, ben venga! Dario Parrini, Deputato e Segretario PD Toscana, qualche ora fa su "baffino", ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Oggi sconcertante intervista di D'Alema sul "Corriere della Sera". Manda in sostanza quattro messaggi: non voterà Giachetti a Roma; non voterà sì al referendum costituzionale; detesta Renzi che non lo ha nominato commissario europeo; sta tessendo la sua tela per provare a danneggiarlo il più possibile. Del resto nel boicottaggio dell'avversario interno D'Alema è sempre stato imbattibile: gli riuscì con Occhetto nel 1992-94, con Prodi nel 1997-98, con Veltroni nel 2008-09. Non gli riuscirà questa volta. Ma che tristezza però. Spero riacquisti presto un po' di senso di responsabilità. Al baffo vogliamo dire una cosa: "Renzi non è nè Occhetto, nè Prodi, nè Veltroni.  

acchiappabufale

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 253 visitatori e nessun utente online

Menu