LOGO200

oggi è

Nicola Zingaretti 850X460Nicola Zingaretti dice di voler chiedere scusa agli Italiani per l’operato del governo Renzi.

Io che ho sempre seguito ogni passo degli iter e contenuti dei 400 provvedimenti di quel governo, posso dire che forse per la prima volta da che mi ricordo non mi sento di vergognarmi di un solo punto di quanto è stato fatto. Forse sono fuori dai luoghi comuni, fuori dagli slogan del 1800, e soprattutto non ho padroni da ringraziare.

 

Allora non mi vergogno di nulla? No, purtroppo mi vergogno di tante cose.

Esempio, oggi tutti stanno parlando dello sgombero delle villette dei Casamonica, molti amici si stanno arrampicando sugli specchi nel trovare difetti dell’operazione.  Non ci siamo. Uno show cinematografico? Sì, come tutto quello che fanno, è tutto spettacolo. Però vedete, se i governi Pd avessero montato uno show per ognuno dei provvedimenti portati a termine, costringendo i Media a parlare anche di fatti concreti e non solo delle montature mediatiche farneticanti sul caso Boschi o i fiumi di parole inutili buttate sulla fake-news dell’art. 18, ecco forse gli italiani avrebbero compreso qualche cosina di più.

Detto questo però la realtà rimane, Le case dei Casamonica le abbatte l’estrema destra al potere in Italia e a Roma. Poi possiamo anche tirare in ballo tutte le discriminanti sui tempi burocratici che volete, ma la realtà rimane sempre quella.

Invece vorrei riflettere sul fatto di quanto sia facile accusare i governi per qualsiasi mancanza quando, anche per colpa degli elettori suicidi, alle regioni sono rimaste tutte le competenze.

Ad esempio parliamo di monnezza. Il caso Campania fa scalpore, come se fosse unico. Io la monnezza che vedo in alcuni quartieri di Roma, non l’ho mai vista nemmeno a Napoli nel momento di maggiore crisi e a quei tempi ero lì almeno una volta a settimana. Colpa dei governi ?

No, è stato demandato alle Regioni l’obbligo di redigere un piano regionale dei rifiuti. Il Lazio l’ha fatto ? NO!  È un rincorrersi di scaricabarile fra Comune e Regione, ma anche di sentenze del Tar contro la Regione, perché da una parte si dice che il piano non si può fare perché manca la programmazione della capitale, ma nello stesso tempo il Tar dice che in assenza dell’azione di Roma, Zingaretti aveva l’obbligo di prendere in mano la situazione e programmare lui per Roma. Nel frattempo nel Lazio regna l’anarchia assoluta. Nascono nel Lazio sud discariche a cielo aperto (come nella preistoria) nascono a sud di Roma svariati progetti di centrali biogas che come si sa dovrebbero essere l’ultimo anello della catena e quindi essere in prossimità della raccolta e dimensionate per il territorio. Invece niente di tutto questo.

E quindi ecco perché caro Governatore io non mi vergogno del governo Renzi, io mi vergogno di te (e di certo non solo per il fatto raccontato) e se proprio devo, chiedo scusa a tutti di essere stato costretto a votarti alle ultime regionali ma anche di essere stato costretto nel 2013 a votare a sindaco un incapace con evidenti tare mentali, che tu e i tuoi amichetti avete imposto al Pd e alla città, decidendolo nelle segrete stanze. Episodio che ha innescato un processo di autodistruzione che ha portato al disastro che oggi è sotto ai nostri occhi.

acchiappabufale

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 247 visitatori e nessun utente online

Menu