LOGO200

oggi è

350X350Ecco cosa ne pensa Luigi Marattin, Deputato PD, della legge di bilancio 2019 targata M5S-LEGA.

 

"Alla fine questa manovra, dal punto di vista dei saldi di finanza pubblica, è piuttosto semplice.

1) IL RUOLO DOMINANTE DEL DEFICIT. La manovra per il 2019 è di 33,5 miliardi di euro. Due terzi è coperta da deficit. Che rispetto all’anno scorso aumenta di un terzo, dopo 10 anni di riduzioni continue.

2) IL RUOLO DOMINANTE DELLA SPESA ASSISTENZIALE.

Al netto della disattivazione delle clausole, due terzi della nuova spesa è condensata in spesa assistenziale: reddito di cittadinanza, pensioni di cittadinanza, e spesa per far andare in pensione prima la gente. Solo il 10% è per investimenti pubblici (che complessivamente impattano solo per lo 0,2% del Pil).

3) LA BUFALA DELLA RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE

Nell’ultima legislatura - secondo quanto dichiarato dallo stesso governo M5S-Lega - la pressione fiscale si è ridotta di circa due punti percentuali. L’anno prossimo invece - nella migliore delle ipotesi - rimane costante al valore attuale (41,8% del Pil). Esempio lampante è quello della flat tax: per tutta la campagna elettorale volavano le decine di miliardi (“la facciamo di 50 miliardi”, “no, di 93 miliardi”, “40 milioni di italiani pagheranno meno tasse”!). Ma nella manovra non c’è nulla di tutto questo: solo circa 600 milioni di euro per qualche decina di migliaia di professionisti. Provvedimento magari interessante, eh. Ma che non ha nulla a che vedere con le promesse elettorali.

Completa la manovra un condono fiscale stile Prima Repubblica, dal quale comunque lo stesso governo non si aspetta risorse significative (circa 3,4 miliardi, contro i 35 annunciati in campagna elettorale)".

Da quanto si capisce dall'analisi della legge di bilancio , la si può definire a dir poco disastrosa!

manchette

acchiappabufale

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 715 visitatori e nessun utente online

Menu