LOGO200

oggi è
BELLANOVA 350X219Ieri alle “Giornate del Lavoro” a Lecce la Senatrice Teresa Bellanova
 
“Alitalia non può essere terreno di esercitazione di singoli esponenti del Governo né tantomeno su Alitalia può scaricarsi, come sta accadendo, il conflitto interno tra 5Stelle e Lega.
 
E’ un asset strategico del Paese messo in sicurezza dall’azione del precedente Governo e ha dinanzi a sé date obbligate che richiedono decisioni e azioni altrettanto nette: scadenza dei Commissari entro il 31 ottobre e restituzione del prestito ponte entro il 15 dicembre prossimo.
 
I tempi a disposizione sono strettissimi e sono obbligate soluzioni definitive. 
La continuità operativa di Alitalia ha bisogno di investimenti a lungo termine, determinati da scelte strategiche chiare e da un nuovo piano industriale. Stanno giocando con migliaia e migliaia di lavoratori e con un segmento strategico per il sistema-paese e il suo posizionamento globale. Nel luglio scorso su questo abbiamo incalzato il Ministro, con una interrogazione e una Mozione. Non abbiamo ottenuto nessuna risposta. E all’orizzonte non ne vediamo alcuna. Sconcertante”.
 
Così la Senatrice Teresa Bellanova, capogruppo Pd Commissione Attività Produttive, ieri nel corso del dibattito su infrastrutture e mobilità nell’ambito delle “Giornate del Lavoro”.
 
“Qui non si tratta di affezionarsi ad una soluzione piuttosto che a un’altra”, ha proseguito la Senatrice, “piuttosto di valutarne la praticabilità e la qualità in prospettiva. In giro vedo invece molta prosopopea e pochi fatti. E rilevo come su ogni questione dirimente venga chiamata in ballo Casse Depositi e Prestiti, quasi fosse il bancomat personale di Palazzo Chigi piuttosto che il risparmio degli italiani. Negli ultimi anni Ferrovie dello Stato con l’alta velocità è divenuto un competitor della mobilità aerea interna. Si tratta dunque di valutare con cognizione di causa eventuali partnership se non vogliamo correre il rischio di non salvare nessuno e mandare in malora tutto. Servono meno annunci e dirette fb, più decisioni. Il lavoro dei commissari è stato importante, la compagnia ha recuperato ma è un recupero flebile che va sostenuto con scelte chiare e investimenti massicci soprattutto per il potenziameno delle tratte a lungo raggio, il rafforzamento di Linate, l’ottimizzazione del processo operazionale. Invece siamo solo agli annunci”.

acchiappabufale

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 385 visitatori e nessun utente online