350x197Luigi Di Maio, si è recato al Quirinale per annunciare la lista dei ministri che farebbero parte della sua squadra di Governo.

Ma,la sua visita al Quirinale, è stata solo una pagliacciata.

In primis il grande statista non è stato ricevuto da Mattarella,ma dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica Ugo Zampetti.

In secondo luogo Di Maio non può nominare i ministri.  La nomina dei ministri è la prerogativa del Presidente della Repubblica come ci insegna la Costituzione, art 92: 

"Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri.
 
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri."
E' chiaro dunque,che la mossa di Di Maio sia stata tutta una scena. Che non ha nulla di legittimo, solo ignoranti potevano pensare alla validità di un tal gesto.