LOGO200

oggi è

GAIPA350X350Parafrasando un noto proverbio potrebbo dire: " chi di onestà ferisce, di onestà perisce" . Il M5s sono anni che ci rompe le scatotle, e non solo,con la loro presunta honestà mentre gli altri partiti sarebbero, secondo loro, formati da delinquenti.

imageL' Inps ci informa che, nel mese di Febbraio  ha ricevuto 105654 domande di disoccupazione, c'è un calo del 22,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

".....Lo rileva l'Istituto spiegando che nei primi due mesi dell'anno le richieste di indennità di disoccupazione sono state 254.194 con un calo del 28,6%.

SegolainRoyale

Questo il titolo del comunicato emesso dal Ministro Francese e qui sotto il testo che ci interessa:

Moratoire sur les permis d’hydrocarbures en Méditerranée : Compte tenu des conséquences dramatiques susceptibles d’affecter l’ensemble de la Méditerranée en cas d’accident de forage pétrolier, Ségolène Royal décide d’appliquer un moratoire immédiat sur la recherche d’hydrocarbure en Méditerranée, à la fois dans les eaux territoriales de la France et dans la zone économique exclusive (plateau continental). Elle demandera l’extension de ce moratoire à l’ensemble de la Méditerranée dans le cadre de la convention de Barcelone sur la protection du milieu marin et du littoral méditerranéen. Immediatamente escono articoli di alcuni giornali Italiani, primo fra tutti Il Manifesto, che in rete impazza. E via riparte il solito ritornello, ecco, la Francia blocca la ricerca e noi invece..... Ma noi che? La Royale sta bloccando nuove ricerche nelle acque territoriali, ovvero entro le 12 miglia. Cioè proprio quello che il nostro governo ha fatto con il Decreto Sviluppo, nel Dicembre 2015, ma non solo la nostra vituperata ex Ministra Guidi si è allargata anche ad annullare 27 autorizzazioni già in essere. Cioè, se nel quesito non si può parlare di trivelle, perché il quesito di trivelle non ne parla, è perché il referendum riguarda solo pompe e non trivelle. Coraggio, mancano ancora pochi giorni e forse potremo occuparci di cose più serie.
12742509_10208710500947777_1186717188048996603_nChe l'Italia sia un paese dove a volte accadono cose assurde lo sappiamo da tempo, ma l'insulto ad una persona che fà il proprio mestiere ci mancava. Si perchè se Ciro Salvo, pizzaiolo della 50 Kalò, una delle pizzerie più famose di Napoli, viene insultato sul suo profilo Facebook solamente perchè nel suo locale è andato a mangiare una pizza il Premier Renzi con la candidata a Sindaco di Napoli per il PD Valeria Valente, una riflessione dobbiamo obbligatoramente farla. E' vero Renzi è il Presidente del Consiglio, ma quando entra in un ristorante è un cliente come tutti gli altri ed i camerieri del locale lo devono servire e trattare come tutti gli altri. Le polemiche e gli insulti contro Ciro Salvo sono, a dir poco, stucchevoli e gettano veleno inutile. Noi non sappiamo se Ciro Salvo è contento di questo Governo Renzi, e sinceramente questo poco ci importa. La professione di Ciro Salvo è quella di pizzaiolo e quella sera ha svolto, come fa tutte le sere, il suo mestiere. Come lo stesso Ciro ha scritto su Facebook : " ....Mia intenzione era far vincere la pizza, sulla mia pagina non ho mai parlato di politica e mi dispiace se ho urtato la sensibilità di molti. Ho letto gli insulti di tutti senza rispondere e senza cancellare nulla, la rabbia per la situazione del nostro paese è comprensibile e CONDIVISA DAL SOTTOSCRITTO, ma intollerabili e ingiustificate restano le offese personali che in tanti mi hanno rivolto. Il mio intento era di far sapere che il Presidente del Consiglio aveva chiesto di cenare con la pizza napoletana, e che aveva scelto 50 Kalò." Che poi Renzi sia andato a salutare lo staff della "50 Kalò" quello fà parte del personaggio Renzi, che ormai dovremmo aver imparato a conoscere, il quale sta, a nostro avviso, cercando di dimostrare che dietro un politico ci può essere anche umanità. https://www.facebook.com/ciro.salvo.1/posts/10209195951603740      
485882_295245503914517_1443181717_nE' chiaro che le dichiarazioni di D'Alema su Renzi sono frutto di un rosicamento di proporzioni cosmiche. Se vi ricordate anche lui avrebbe voluto riformare la Costituzione, ma si fece fregare da Berlusconi. Molte altre cose che sta facendo Renzi le avrebbe volute fare lui. Ci fa sorridere quando "baffino" afferma che gli attuali capi del PD sono arroganti, se arroganza è simbolo e sintomo di determinaz1one, ben venga! Dario Parrini, Deputato e Segretario PD Toscana, qualche ora fa su "baffino", ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Oggi sconcertante intervista di D'Alema sul "Corriere della Sera". Manda in sostanza quattro messaggi: non voterà Giachetti a Roma; non voterà sì al referendum costituzionale; detesta Renzi che non lo ha nominato commissario europeo; sta tessendo la sua tela per provare a danneggiarlo il più possibile. Del resto nel boicottaggio dell'avversario interno D'Alema è sempre stato imbattibile: gli riuscì con Occhetto nel 1992-94, con Prodi nel 1997-98, con Veltroni nel 2008-09. Non gli riuscirà questa volta. Ma che tristezza però. Spero riacquisti presto un po' di senso di responsabilità. Al baffo vogliamo dire una cosa: "Renzi non è nè Occhetto, nè Prodi, nè Veltroni.  

mancano alle elezioni amministrative:

acchiappabufale

seguici su twitter

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 365 visitatori e nessun utente online