LOGO200

oggi è

FEDERICA ANGELI350x348Federica Angeli non parteciperà alla Manifestazione contro la mafia organizzata dal M5S per oggi. Invece parteciperà alla manifestazione , sempre contro la mafia, Giovedi 16 Novembre.  Nel post che state per leggere sono chiarissime le motivazioni di questa scelta .

PERCHE' NON SFILERO' AL CORTEO DEL 5 STELLE E SARO' A QUELLO DI GIOVEDI' CON LIBERA E LA FNSI
"Il 5 Stelle oggi organizza un corteo a Ostia e si dice accanto al giornalista picchiato. Fino a ieri i giornalisti erano la peste, il diavolo, "da mangiare e per poi essere vomitati" (Grillo).
In particolare ricordo quando Davide Barillari e Paolo Ferrara presentarono in Campidoglio, davanti a miei colleghi, una relazione da presentare all'Antimafia di 42 pagine in cui si parlava del malaffare di Ostia. Sei pagine erano dedicate a me, spiegò ai cronisti Barillari. Ero io, già sotto scorta per minacce di morte a me e ai miei bambini, quella "ambigua e da attenzionare e vicina al Pd" e quindi da combattere. Questa relazione fu scritta insieme a due sedicenti associazioni antimafia che denuncio da anni in quanto vicine ai clan di Ostia, composte da personaggi che ambiscono allo scranno e che delegittimano chi li scopre. Sono 4 anni che mi calunniano sui social. Ora sono indagati per questo.
Avevo avvisato Barillari della pericolosità e ambiguità di queste associazioni, non mi ha dato retta e ha scelto di delegittimarmi anche lui al loro fianco. Ha messo nero su bianco in una relazione presentata alla stampa le loro infamie, contro di me. Temeva mi candidassi col Pd. Continua a scrivere che io sono del Pd.
Non ho mai votato Pd una sola volta nella mia vita.
In queste ore hanno tirato fuori un mio vecchio post rubato dal mio profilo privato e accessibile ad 80 "amici" in cui elogio l'operato di Tassone, ex presidente del Municipio arrestato per corruzione nell'inchiesta Mafia Capitale e poi condannato in primo grado a 5 anni. Quando scrissi quel post Tassone non era neanche intercettato. Un post, mai un articolo speso per lui a mia firma.
Anzi, non appena fu arrestato fui io a scriverlo sul giornale e sono stata io, udienza dopo udienza a raccontare le malefatte che venivano fuori su Tassone. Io, la "penna del Pd" secondo loro. Mi scusai persino in un post con i miei lettori virtuali qui sui social per aver creduto in una persona che la legge ha condannato. Ma questo, naturalmente gli "onesti" non lo dicono e non lo mostrano. Hanno bisogno di delegittimare me in quello sporco gioco al ribasso che è diventata oggi la politica.
La mia penna non fa sconti a nessuno. Di nessun colore politico.
La mia persona si rifiuta di sfilare con chi oggi fa finta di stupirsi per la violenza di Spada e ieri ha lasciato sola me, anzi ha attaccato me, vedendo in me un potenziale avversario politico e non una giornalista.
Io sfilerò davvero contro la mafia, lo farò giovedì 16 con Libera e la Federazione nazionale della Stampa. Lo farò non perché ho bisogno di voti e consensi al prossimo ballottaggio. Lo farò perché ci credo, perché ho sacrificato la mia libertà per combatterli. E perché non dimentico chi, voltandomi le spalle e infangandomi, ha fatto il gioco di quelle mafie contro cui oggi sfilerà. Per me non è una farsa. E' la mia vita."

 

 

mancano alle elezioni amministrative:

acchiappabufale

seguici su twitter

Seguici su Facebook

ora siamo :

Abbiamo 331 visitatori e nessun utente online